Tutti i segreti dei corsi per sommelier, le manie degli enochic e le bravate dei cafobevitori. Un viaggio nel mondo del vino alla scoperta deIle sue meraviglie, delle sue insidie e delle mille creature che lo popolano. Dai patriottici agli esterofili, dai collezionisti agli accumulatori e poi ancora dagli esperti infallibili fino ai mitomani. Con buona dose di sarcasmo gli abitanti di questo mondo complesso e affascinante finiscono esaminati e descritti al fine di mettere in guardia chi li dovesse incontrare sulla sua strada. Un manuale di sopravvivenza per appassionati e degustatori. Consigli pratici, non richiesti, per non smettere di amare il vino.

Non si dovrebbe mai parlare delle recensioni che si ricevono. Quali che siano, credo, si debba sempre e solo ringraziare. Tommaso Ciuffoletti, però, ha scelto di bombardarmi con il fuoco amico dei ricordi e quindi dirò qualcosa. Muove da anni che sono stati per me entusiasmanti e confusi, con i quali è sempre stimolante fare …

Tre metri quadri, il libro nel quale Alessandro Capriccioli ha raccontato quattro anni di visite in carcere da Consigliere regionale del Lazio, è uscito nelle librerie negli stessi giorni in cui Sky ha iniziato a trasmettere “Il Re”, una serie ambientata in un carcere gestito in modo particolarmente autoritario dal suo direttore. Mi è capitato, quindi, …

Immaginate per un attimo se a descrivere le scene di guerra in Ucraina non fossero gli uomini. Non i coraggiosi cronisti occidentali e neanche i cittadini che scappano dalle bombe. Pensate, invece, se a farlo fossero degli animali. Vi tranquillizzo subito: anche se ho trovato strazianti le immagini in cui le ho viste ritratte, non …

Credo abbiate ormai ben chiaro che, se non potete esibire specifici titoli e competenze su un dato argomento, dovete tacere. La sentenza è stata emessa da un tribunale a sua volta senza alcuna competenza sul tema generale della libertà di espressione, ma non state a cavillare: dovete stare zitti, disturbate. Abbiamo verificato il teorema in un …

Nei giorni in cui i riti della democrazia appaiono fragili e gestiti da protagonisti forse inadeguati, è provvidenziale la notizia dei Savoia che agitano carte bollate per ottenere i gioielli della Corona conservati nei forzieri della Banca d’Italia. I monarchi mancati non ne fanno certo una questione affettiva, perché la roba sulla quale vogliono mettere …

Quando ho scoperto che Nanni Moretti stava girando per la prima volta un film da una sceneggiatura non originale mi sono precipitato ad acquistare il libro incriminato (Tre piani di Eshkol Nevo) e l’ho letto. Mi è piaciuto e ho avuto l’impressione di capire perché Moretti avesse scelto di farne un film. Purtroppo però il risultato …

C’è un capraio ambizioso che in qualche modo riesce a diventare molto ricco. Dopo anni all’addiaccio ha finalmente un palazzo, della servitù e una moglie giovane e bella. È il protagonista di due atti di Raffaele Viviani messi in scena nel 1961 da Nino Taranto. “Don Giacinto a forza” era il titolo. Anche se ora è …

Sbardella sorride bieco dai banchi di Montecitorio e guarda lo sconfitto Andreotti. Al Quirinale va Scalfaro e il Fanciullo applaude con glaciale compostezza. “Guarda come si sta al mondo”, dice lo Squalo, senza nascondere ammirazione. Saper perdere è una virtù preziosa. Non mi sembra, però, che sia la principale caratteristica di Berlusconi: basterebbe ricordare, a …

Contro ogni pronostico mi sono appassionato alla serie di Muccino. La prova più dura, nella prima puntata, è stata sopportarne la terribile fotografia. Ma ci si abitua e si sopravvive. Gli interpreti sono alcuni davvero bravi e altri mediocri: c’è anche Emma Marrone, per dire. Quel che però mi ha inchiodato allo schermo è il …

Conte non è un'aquila. Questo mi sembra abbastanza assodato. Se dovessi lanciarmi in una lista dei difetti, degli errori e delle contraddizioni dell'avvocato degli italiani (sic!) credo che scriverei per ore. Tuttavia, Conte è la faccia migliore che il M5S possa offrire. Quella con la quale in un modo o nell'altro si può riuscire a …

Leggo di questo senatore che ha lasciato Italia Viva per andare nel gruppo misto. Dice: "Iv non ha più spinta riformista". So che è sbagliato pensare in questo modo, ma in mente mi è venuto subito quanto segue: "avrà chiesto qualcosa che non ha avuto". Un modo davvero brutto di ragionare, lo ammetto. Poi continuo …

Ho resistito finché ho potuto, ma poi perché mai dovrei resistere? Ecco allora i miei due sesterzi sul tema del romanesco dilagante. Più di qualcuno ha già spiegato che non stiamo parlando di un dialetto, quanto più di uno slang: tendo a essere d’accordo e credo che questo faccia una grossa differenza. La mia idea …

Finalmente è uscito "Il più amato dagli italiani", la serie podcast dedicata a Sandro Pertini scritta da Massimiliano Di Giorgio. Ho avuto l'opportunità di averne un saggio in anteprima e mi ha subito coinvolto: sono ansioso ora di riascoltarlo per intero. L'occasione mi ha dato anche modo di riavvicinarmi allo strumento del podcast, che da …

Ho subìto nella mia vita, in particolare da giovanotto, più rapine a mano armata. Conosco quindi abbastanza bene le sensazioni che si provano in occasioni del genere. Il gelo metallico dell’arma che scarrella, il terrore per la vita dei tuoi cari messa così assurdamente in pericolo. La paura per sé e in ultimo anche la …

Questo è il giorno in cui scrivo un post in difesa di Luigi Di Maio. E si vede che doveva succedere. Non so se vi ha raggiunto la notizia dello scazzetto tra il ministro degli Esteri e Lilli Gruber a Otto e mezzo. No? Non vi salverete: ve lo racconto. La giornalista ha pungolato …

Guardando Squid Game ho ripensato a quell'intervista nella quale Charlie Brooker ci spezzava le gambe dicendo che, affacciato alla finestra (e alludendo alla pandemia), non credeva che la gente avesse effettivamente bisogno di una sesta stagione di Black Mirror. La serie coreana per un verso non lo contraddice perché la produzione è iniziata prima del …

Ma dove sono finiti i cazzi? Intendo, avete idea di dove siano finite le parolacce? No, non parlo certo del comune vernacolo ma delle parolacce vere, la vasta schiera di quei termini ed espressioni grevi o sconvenienti che a volte ci scambiamo senza filtri, chi più chi meno, di persona o su whatsapp. Le stesse …

Porto sul cazzo Alessandro Piperno dal 2005. Da quando, nel dettaglio, sono rimasto infognato nel suo primo romanzo, "Con le peggiori intenzioni". Un libro deflagrante, tagliente, ma monco sotto alcuni aspetti. Tuttavia in grado di spezzarmi letteralmente in due. Boh, forse ero già ben piegato all’età in cui l’ho letto, e quelle pagine hanno solo …